Tel: 339 333 6092

News

Approfondimenti e consigli sulla chirurgia plastica ed estetica

La liposuzione

Lipoaspirazione e Liposcultura

La liposuzione è il più comune intervento di chirurgia del rimodellamento corporeo. Essa viene eseguita per asportare gli eccessi di tessuto adiposo localizzati in sedi diverse (fianchi, cosce, glutei, ginocchia, addome, caviglie, braccia, ecc.) che persistono ai metodi tradizionalmente utilizzati per indurre il dimagrimento (dieta ed esercizio fisico). Il grasso rimosso può essere reimpiantato (lipofilling) nelle zone limitrofe per consentire un miglior rimodellamento corporeo, o in altri distretti (zigomi, seno etc.) per migliorare l’aspetto estetico. Questa procedura consente di scolpire e rimodellare la silhouette, conferendo armonia ed equilibrio al corpo.
I migliori candidati alla lipoaspirazione sono persone di peso normale con pelle tonica ed elastica, che presentano accumuli adiposi localizzati ed assenza di cellulite.



ANESTESIA: locale / epidurale / generale DURATA INTEREVENTO: 30 min. – 3 ore
DEGENZA: 0 – 1 giorno RITORNO AL SOCIALE: 1-2 settimane


L'INTERVENTO

A seconda della localizzazione e dell’estensione delle aree da trattare, la lipoaspirazione può essere eseguita in anestesia locale con o senza sedazione, oppure in anestesia generale. La durata del ricovero, day-hospital o degenza di 1 notte, dipendono dall’entità dell’intervento. Questa procedura consiste nella rimozione del tessuto adiposo in eccesso mediante l’azione di piccole cannule collegate ad un apparecchio aspirante. Le cannule vengono introdotte attraverso piccole incisioni cutanee (pochi mm) in prossimità dell’area da correggere e, con opportuni movimenti, il grasso in eccesso viene frantumato e contemporaneamente aspirato. Il traumatismo dei tessuti, seppur gentile, è responsabile dell’ ecchimosi (lividi) che possono verificarsi dopo l’intervento.
Le incisioni vengono generalmente suturate e quindi si procede ad una medicazione contenitiva mediante una guaina o calze elastiche. La durata dell’intervento è variabile, da una a più ore e dipende dal numero ed dall’estensione delle zone da trattare e quindi dalla quantità di grasso da rimuovere.

PREPARAZIONE PRE-INTERVENTO

Sono assolutamente necessari un esame clinico ed esami di laboratorio. Bisogna evitare di assumere aspirina per 2 settimane prima e 2 settimane dopo l’intervento. Alle pazienti in trattamento con contraccettivi orali si consiglia di interromperne l’assunzione un mese prima dell’intervento.
Si consiglia di eliminare il fumo di sigaretta per almeno 4 settimane prima e dopo l’intervento. Il giorno precedente l’operazione deve essere effettuato un accurato bagno di pulizia completo, asportato lo smalto dalle unghie delle mani e dei piedi, depilate le ascelle. Deve essere osservato un digiuno di almeno 8 ore da cibi e bevande.

DECORSO POST-OPERATORIO

Nel corso delle prime ore dopo l’intervento è normale la perdita di liquidi e sangue dai piccoli fori cutanei. Può essere presente un lieve indolenzimento delle aree trattate, controllabile comunque con antidolorifici di uso comune. Il periodo di riposo da osservare dopo l’intervento dipende dalla quantità di tessuto aspirato, dalle sedi ed dalle aree trattate; può variare da uno a sette giorni. E’ opportuna una graduale ripresa della deambulazione, in quanto favorisce lo smaltimento dei gonfiori e la riduzione del rischio tromboembolico. Nei giorni immediatamente successivi la lipoaspirazione potranno essere avvertiti fastidi e sensazione di gonfiore in corrispondenza delle zone trattate. Il ritorno alle normali attività è graduale, nell’arco di alcuni giorni. Per circa un mese deve essere evitata l’attività sportiva. L’esposizione diretta al sole è consentita solo dopo la completa scomparsa dei lividi.
Nel post operatorio è previsto l’utilizzo di mezzi di contensione (collant elastici, guaine, bende elastiche adesive, cerotti), per ridurre eventuali ecchimosi o gonfiori, che viene mantenuta generalmente per 2-4 settimane dopo l’intervento.

POSSIBILI COMPLICANZE

Edema, ecchimosi e gonfiore sono tra le più frequenti complicanze post liposcultura; si verificano sempre per il tipo di intervento che viene effettuato sul tessuto.
E’ poco probabile che si verifichino infezioni, a meno che non vi siano patologie che le favoriscono come per esempio il diabete o stati di immunodepressione. Embolia polmonare e trombosi venosa profonda possono verificarsi in caso di interventi particolarmente estesi che richiedono lunghi periodi di immobilità. Fondamentale è la valutazione del rischio da parte del chirurgo e la loro prevenzione con appropriate terapie (somministrazione di eparina ed una rapida mobilizzazione).
Fibrosi e cicatrici possono residuare nelle aree di introduzione della cannula e dipendono da alterazione del processo di cicatrizzazione, con eccessiva produzione di tessuto fibrotico. Ondulazioni, depressioni ed irregolarità cutanee sono relativamente frequenti nelle lipoaspirazioni più importanti e la loro correzione può avvenire mediante piccoli ritocchi.