+39 391 35 79 117

info@antonioiodice.it

Rinoplastica: 5 domande frequenti.

Rinoplastica: 5 domande frequenti.

La rinoplastica è l’intervento chirurgico che modifica l’aspetto esterno del naso e/o risolve problematiche respiratorie legate, ad esempio, alla deviazione del setto nasale o all’ipertrofia dei turbinati. Di seguito alcune risposte alle domande più frequenti prima di affrontare questo intervento tanto diffuso quanto complesso:

1. Quando devo ricorrere alla rinoplastica?

Se soffri di problemi legati alla respirazione, oppure vuoi semplicemente migliorare l’estetica del tuo naso, ad esempio rendendo più armonico il profilo o riducendo un dorso troppo pronunciato. Il naso è la parte centrale del volto, ricorrere ad un intervento che ne modifica l’aspetto può influenzare l’intera immagine.

2. Come si fa l’intervento?

Le tecniche di rinoplastica possono essenzialmente essere suddivise in 2 tipologie:

rinoplastica chiusa se le incisioni sono praticate solo all’interno delle narici
rinoplastica aperta nella quale si aggiunge un’incisione cutanea sulla columella (struttura che divide le due narici).

3. Durante una rinoplastica che cosa posso trattare?

Come già detto, durante l’intervento di rinoplastica si possono, contestualmente, trattare anche fastidiose problematiche legate alla respirazione che spesso costringono a respirare solo con la bocca, come la deviazione del setto nasale. In questi casi è essenziale effettuare una TAC del massiccio-facciale nel pre-operatorio per valutare il difetto da correggere.

4. A quale anestesia devo sottopormi? 

Quando bisogna trattare esclusivamente la punta è possibile intervenire con una sedazione anestesiologica, ma nella maggior parte dei casi  l’intervento chirurgico va fatto in anestesia generale.

5. Che cosa faccio nel post operatorio? 

L’intervento di rinoplastica non comporta tempi di recupero particolarmente lunghi e traumatici; tuttavia la guarigione è soggettiva e variabile in base al paziente al tipo di intervento. Durante i primi giorni è perfettamente normale che si presentino ecchimosi che scompariranno gradualmente nel giro di 7-10 giorni ed un gonfiore che potrà durare ancora qualche settimana.

L‘iter post operatorio prevede:

  • per i primi giorni mantenere il capo sollevato (posizione semiseduta) e dormire con due cuscini.
  • nelle prime 24 ore dall’intervento, è possibile che si presenti una modesta lacrimazione che scompare rapidamente.
  • sarà possibile tornare alle attività lavorative dopo 3-7 giorni
  • evitare, per le prime 4-6 settimane, attività sportive che possano comprendere rischi di urti
  • evitare l’esposizione al sole per qualche settimana, in casi di esposizione si consiglia l’uso di una crema solare con blocco totale

Per ricevere maggiori informazioni puoi telefonare al numero 391 357 9117 e richiedere un appuntamento con il dr Iodice.

 

No Comments

Leave a Reply

17 − dieci =